L’ultima resistenza della tecnologia

La digitalizzazione di massa e il futuro del business

In questo momento abbiamo già sentito spesso parlare di tecnologia applicata allo smartworking e al mantenimento delle relazioni umane.

Cosa succede all’interno delle case lo stiamo vivendo, inutile soffermarsi più del dovuto.  Impennano gli abbonamenti alle piattaforme di streaming, il pulsante della videochiamata di gruppo si whatsapp non è mai stato cliccato così tanto, e internet viene usato per una delle sue reali funzioni primarie. CONNETTERE.

Ti linko un interessante articolo di The Verge: https://www.theverge.com/2020/3/27/21195358/streaming-netflix-disney-hbo-now-youtube-twitch-amazon-prime-video-coronavirus-broadband-network

Restare in connessione è ciò che ha annientato la resistenza alla tecnologie di molte persone. Una causa di forza maggiore. Il sopperire all’esigenza di cercare sempre e comunque una forma di aggregazione.  Se i miei amici si vedono. Ci voglio essere. Se non altro per forma. La sostanza è relativa. 

Per questo motivo esistono oggi videochat di 30,40, 50 persone con lo spritz in mano.

L’esigenza sociale (social, per l’appunto )  ha portato in molti ad affrontare l’ultima resistenza alla tecnologia e scoprirne – con l’occhio puro di chi non conosce, e con l’atteggiamento cinico di chi deve giustificare la poca dimestichezza con gli strumenti – difetti e limitazioni ai quali gli “skillati” ormai non badano più.

  • Ecco che Whatsapp da piattaforma indiscussa di connessione per gruppi, non è poi così performante per le videochiamate oltre 4 persone. 
  • La parola LAG è stata inserita nel vocabolario di milioni di italiani.
  • La parola Banda e come essa interferisce con un flusso audio\video
  • La fotocamera frontale dello smartphone fa altro oltre i selfie, e la risoluzione riportata nella scheda tecnica diventa importante
  • I 50 GB di traffico dati dell’operatore telefonico, hanno un senso se abbiamo un Alice 7mb a casa.

A cosa porta questo? A scoprire la tecnologia fuori dalla zona di confort.

Molti gruppi hanno banalmente scoperto Telegram, fino ad arrivare al controverso Discord. In tanti trovano solo oggi giustificato spendere 1 euro in più l mese per sostituire l’Adsl alla Fibra. Avere a casa uno schermo più grande di 6 pollici, come banalmente un pc o un tablet, diventa vitale nell’uso diverso da Facebook.

E nel business? Esattamente la stessa cosa.  

Il mio è un editoriale sul business, non sulla società. Ed ecco dove voglio arrivare.

Uomo, Lavoro, Scrivania, Business, Persona, Di Lavoro

Anche le più piccole realtà imprenditoriali hanno ceduto al fianco a nuove prese di coscienza:

  • I limiti dell’archiviazione su carta
  • La relativa stabilità delle connessioni
  • L’autonomia digitale della propria abitazione rispetto all’ufficio (un wifi, una stampante..)

Insomma in 40 giorni il mondo dell’ultima resistenza alla tecnologia sta capendo come fare a meno della fisicità, laddove non necessaria. Con la nuova consapevolezza che è meno necessaria di quanto pensassimo.

Ebbene, sulla base delle nuove consapevolezze ed aspettative delle persone (partner o clienti che siano)   dovremo avere ben chiaro questo punto per garantirci la sopravvivenza nei prossimi 5 anni

  • Il mercato online era importante anche prima dei decreti Cura Italia, ma trascurato da molti.  Se non esistevi online, i tuoi clienti potevi attingerli da quei molti.  Gli stessi molti che adesso hanno capito quanto è importante e che hanno preso familiarità con l’E-commerce.   Se non hai una presenza online, hai i mesi contati. Tieni conto che crearsi un identità online non significa aprire un sito ( puoi farlo in 2 giorni). Non significa aprire une commerce (puoi farlo in una settimana). Significa avere un asset commerciale autorevole, una presenza consolidata. Una credibilità data dai numeri. E per questo ci vogliono mesi se non anni. 
  • Devi parlare la stessa lingua dei tuoi clienti. A prescindere dall’età, dal sesso e dalle convinzioni. Parlare online è diverso, così come è diverso scrivere una storia anziché raccontarla. Utilizza il tempo morto di questo periodo per formarti.

Non mi dilungo oltre, rifletti su questi 2 punti.

Quanto resisterai ? O meglio, quanto resisteranno i tuoi clienti senza ciò che si aspettano nel nuovo mondo digitale che hanno adesso davanti?

Se vuoi approfondire i punti di cui sopra, se ti serve una dritta sugli step necessari a crearti un identità online, o semplicemente da dove partire per iniziare a rafforzare il tuo business, scrivimi pure. Mi fa piacere darti una mano

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: